top of page

La Sella dei Generali tra la Val Trebbia e la Val Nure, uno spettacolo in mezzo alla natura.

Aggiornamento: 15 set 2023

Uno splendido altopiano a 1200 metri di quota, l'ideale per ciaspolare in inverno e fare trekking in tutte le altre stagioni.

La Sella dei Generali è uno spauracchio per gli appassionati di ciclismo, sono infatti particolarmente ripide le rampe da scalare (spesso oltre il 18%) che da i vari versanti consentono di arrivare ai suoi 1211 metri di quota.


La Sella è caratterizzata da un altopiano che offre un magnifico panorama sulla VALTREBBIA e sulla VALNURE dove d’estate è frequente incontrare animali al pascolo.

La zona è ricca di sorgenti alimentate probabilmente da un lago sotterraneo.


Arrivare alla Sella dei Generali in bicicletta.

Si può salire da Perino andando in direzione Passo del Cerro/Bettola. Dopo 3 km anziché svoltare a destra sul ponte si prosegue dritto per la strada che porta prima al piccolo paese di Aglio, e poi proseguendo nel suggestivo percorso nel bosco, fino a Pradovera. Da qui dopo 3 km circa arriviamo al Passo Santa Barbara. Si svolta a sx e l'altopiano comincia a prendere forma davanti a noi. Ancora 1,5 km e siamo arrivati.



Oppure si può salire da Coli. 1,5 km dopo Bobbio in direzione Genova, svoltare a sx, attraversare il ponte sul Trebbia e salire verso Coli. Da li proseguire dritto seguendo le indicazioni per Peli e poi svoltando a sx proseguire per i ripidi 3 km che portano all'altopiano.

Entrambi i percorsi per salire alla Sella dei Generali sono particolarmente duri.

Salendo da Perino il tratto più duro sono i 4 km nel bosco che vanno da Aglio al bivio per Pradovera/Farini, mentre nel secondo percorso il tratto più duro sono i 3 km finali dopo la chiesa di Peli.

San Medardo, Sella dei Generali

Il luogo ideale per godersi una passeggiata o un tramonto in mezzo alla natura e al silenzio. 

Sella dei Generali in inverno.


Se vi piace la neve e le ciaspolate la Sella dei Generali è il luogo ideale per divertirsi in mezzo alla natura. L'altopiano sembra fatto apposta per ciaspolare sulla neve in quelle belle giornate di sole invernali dove spesso anche le temperature sono miti.

L'unico suono che possiamo sentire è il sibilo del vento o il richiamo di qualche animale selvatico. 


Fotografare le stelle alla Sella dei Generali.

Per gli appassionati di fotografia notturna la Sella dei Generali è un luogo consigliatissimo. L'inquinamento luminoso è praticamente inesistente e lo spazio circostante molto ampio senza impedimenti visivi.

Per i meno esperti che volessero provare a fotografare le stelle alla Sella dei Generali diano un paio di consigli.

Prima di tutto serve avere una macchina fotografica, che sia reflex o mirrorless quello che importa che abbia la funzione di scatto con tempi lunghi e possibilmente un obiettivo grandangolare.

La seconda cosa, indispensabile, è il cavalletto.

Assicuratevi di salire alla Sella dei Generali in una serata/nottata dove la Luna è assente, se fosse presente comprometterebbe in modo irrimediabile la vostra foto.

Una volta individuato il luogo dove scattare piazzate il cavaletto, montate la macchina fotografica, fissate il tempo di scatto a 25 secondi e scattate.

Ovviamente dovrete regolare anche l'apertura dell'obiettivo, ma quello dipende dalla lente che montate e dalla sua luminosità.



3.733 visualizzazioni

Post recenti

Comments


bottom of page